giovedì 19 aprile 2018

IL PERDURANTE SILENZIO DI PAPA BERGOGLIO SULLA FINE DI EMANUELA ORLANDI E SUI TRAFFICI ILLECITI DELLO IOR

La scomparsa di Emanuela Orlandi nel 1983 quando aveva 15 anni si collega forse con la morte di Giovanni Paolo I. La Orlandi fu sequestrata (e certamente è morta) perché usata come arma di ricatto dalla banda della magliana che riciclava i soldi dei traffici illeciti depositando i loro ricavati nella banca IOR del vaticano, che aveva a sua volta disperso gli enormi depositi della banda della magliana finanziando tramite l'arcivescovo Marcinkus il Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, che poi fallì. Calvi, affiliato alla loggia massonica P2, fu trovato morto a Londra sotto il ponte dei Frati Neri, con una corda al collo per simulare un falso sicidio. Il fallimento del Banco Ambrosiano fu dovuto anche al fatto che molti dei soldi della banda della magliana furono utilizzati da Giovanni Paolo II per finanziare il movimento SOLIDARNOSC in Polonia con lo scopo di far cadere il governo comunista. La Orlandi fu rapita dal capo della banda Enrico De Pedis mentre usciva dal Conservatorio e trasferita dentro un'auto Mercedes con targa Citta del Vaticano (SCV). Questo secondo il recente racconto di Sabrina Minardi, che fu la compagna di Enrico De Pedis, ucciso da avversari componenti della stessa banda nel 1990. Poiché lo IOR non fu in grado di restituire i soldi alla banda la Orlandi non fu mai restituita alla famiglia, che aveva cittadinanza nello Stato del Vaticano. In effetti la Orlandi non avrebbe potuto essere restituita viva perché sarebbe rimasta come testimone dei motivi per cui era stata rapita. Questa triste storia si collega con la morte di Giovanni Paolo I, il papa del sorriso, il cui pontificato durò solo 33 giorni. I medici che l'avevano visitato anche il giorno prima della sua morte (29 settembre 1978) avevano assicurato che egli non soffrisse di cuore, mentre la causa ufficiale della sua morte fu infarto del miocardio. Ma i conti non tornano. Come mai furono chiamati gli imbalsamatori senza nemmeno attendere le prescritte 24 ore? Per fare scomparire le tracce di veleno. Il Vaticano sparse la voce che il cadavere fu scoperto per la prima volta dal suo segretario che lo vide a fianco di un libro di meditazione, mentre poi si è saputo che fu una suora ad entrare nella stanza da letto di Giovanni Paolo I perché aveva visto che nella stanza a fianco il caffé che abitualmente gli veniva preparato alle 5 del mattino non era stato bevuto. La suora si insospettì ed entrò per prima nella stanza. Questa versione venne occultata certamente perché non era normale che una suora entrasse di notte nella stanza da letto del papa. Fu detto che egli morì con il sorriso tra le labbra, mentre la suora asserì che non si trattava di un sorriso ma di una smorfia, a significare il dolore che pervase il corpo del papa prima che spirasse. Cosa che fece pensare che il papa fosse stato avvelenato, probabilmente con la digitale, unita ad un farmaco che egli prendeva abitualmente. Tra i sostenitori dell'avvelenamento del papa vi è lo scrittore inglese David Yallop, che scrisse un documentatissimo libro (In nome di Dio), che possiedo dal 1985, data della prima edizione italiana, proprio sulla morte di Giovanni Paolo I, collegandola ai traffici della banca vaticana IOR. Ma perché questo papa sarebbe stato avvelenato? A questo punto la storia della banda della magliana e dei traffici illeciti dello IOR si ricollegano con la morte di Giovanni Paolo I, che nel pur breve pontificato non nascose di avere intenzione di fare pulizia nello IOR incominciando a licenziare Marcinkus. Il quale invece fu confermato nella carica da Giovanni Paolo II, il quale aveva interesse ad occultare i traffici dello IOR anche perché, come detto, egli stesso aveva utilizzato i fondi dello IOR per finanziare Solidarnosc in Polonia. Perché dopo 35 anni ancora il Vaticano non vuole cooperare con la magistratura italiana che aveva sempre chiesto di poter avere i documenti del caso e soprattutto le registrazioni delle telefonate che in una linea diretta (158) con il segretario di Stato Casaroli facevano i rapitori di Emanuela Orlandi  promettendone la liberazione in cambio della restituzione dei soldi?                            
Notare come Giovanni Paolo II sia stato dichiarato santo mentre, se il popolo conoscesse questi sporchi e tragici retroscena, dovrebbero farne cadere la memoria nel fango per essersi reso complice di tutto il malaffare del Vaticano. E questo serva anche per l'attuale papa, che continua ad occultare queste vicende, pur presentandosi come maestro di morale. Da quale pulpito viene la predica!  
Ringrazio Andrea Purgatori per avermi illuminato maggiormente con la sua trasmissione ATLANTIDE (mercoledì 18 aprile su LA7) aggiungendo a ciò che già sapevo una ricchezza di dettagli fondati sulle interviste a personaggi legati alle vicede narrate. Tra cui "un pentito", Antonio Mancini, che fu un pluriassassino al servizio del capo della banda della magliana Enrico De Pedis e, per contro, un fratello (Pietro) di Emanuela Orlandi.  Da notare che il De Pedis ebbe sepoltura in una tomba riposta all'interno della cripta della basilica di Sant'Apollinare, da cui fu traslata solo nel 2012 dopo varie e ripetute indagini fatte dalla magistratura.  Il Vicariato aveva sempre giustificato la tomba del De Pedis dentro tale basilica dicendo che il De Pedis aveva aiutato molti poveri che frequentavano la basilica. Sì, ma con i soldi ricavati trafficando in ogni genere di attività criminale ed uccidendo, tra cui il giornalista Mino Pecorelli. Ma nessun papa si è mai mosso contro questa scandalosa sepoltura. Certamente per paura del Vaticano di essere ricattato. E tutto ciò per maggiore gloria di Dio.    

martedì 17 aprile 2018

DI MAIO: QUESTA O QUELLA PER ME PARI SOONO. LA POLITICA DEI DUE FORNI

Non vi è un errore nel titolo. Ho voluto ripetere la cadenza della famosa ballata cantabile del Rigoletto di Verdi, dove per ragioni di canto il tenore (il duca di Mantova) dice cantando: so-ono. Il buffoncello arrogante Di Maio aveva detto che sarebbe stato disposto a trattare o con Salvini (se si fosse staccato da Berlusconi) oppure con il PD. Politica dei due forni. Povero cretino assoluto. Il forno di Salvini è stato chiuso. Quello con il PD non è stato mai aperto.  Non ha mai tenuto conto che gli rimaneva un terzo forno: quello di nuove elezioni. E poi si vedrà se nel forno non ci finirà lui bruciato dopo che gli illusi che gli hanno dato il voto avranno capito che il reddito di cittadinanza, fatti bene i conti, poteva essere solo un imbroglio. I centri per l'impiego espongono bacheche ma i posti di lavoro non si trovano. Infatti non possono crearsi direttamente per legge. Solo i cretini assoluti come lui potevano crederci.  I posti di lavoro si creano detassando le imprese per favorire la produzione e dunque l'occupazione.                

UNA QUESTIONE DI LOGICA CONTRO LE MENZOGNE SULLA SIRIA

Se veramente vi fossero stati depositi di armi chimiche come mai i bombardamenti su questi depositi non hanno provocato fuoriuscite  di sostanze chimiche? 

Che effetto si ottiene bombardando un deposito di armi chimiche?






Non capisco. Se spari cento missili "smart" su depositi di armi chimiche, l' effetto sarà una apocalisse di esplosioni velenose e centinaia di nubi tossiche su centinaia di km quadrati, cioè un effetto devastante su migliaia di civili, oltre che sui reparti militari di stanza in quei depositi. A meno che tu non sappia che armi chimiche, come in Iraq, non ce ne sono e quello che stai facendo è "solo" una violazione del diritto internazionale, per distrarre la tua opinione pubblica da qualche problema in casa.

domenica 15 aprile 2018

I PROMOSSI SPOSI: "QUESTO MATRIMONIO NON S'HA DA FARE"

E' il caso di riportare la famosa frase rivolta dai bravi di don Rodrigo a Don Abbondio. Molti dicono che questo matrimonio s'ha da fare perché bisogna dare comunque un governo al Paese. Ma il fatto è che sono gli stessi promessi, anzi, promossi, sposi che non vogliono sposarsi. Sono stati promossi dall'elettorato e tuttavia non possono considerarsi promessi sposi al governo. Se qualcuno ha dei motivi per opporsi a questo matrimonio parli ora o taccia per sempre. E di gente pronta ad opporsi a questo matrimonio ve ne è tanta. Dunque la situazione è grave ma non è seria, direbbe Ennio Flaiano. I promossi sposi sono il centro destra, meglio la Lega, e 5 Stelle. Il celebrante dovrebbe essere Mattarella, il Grigio. Ma se i promossi sposi non vogliono sposarsi perché a uno dei due è antipatico il suocero, cioè Berlusconi, e la promessa sposa, la Lega, non vuole rinunciare a che al matrimonio presenzi anche il suocero, una delle due: o la Lega (Salvini) rinnega il "padre"  Berlusconi, accettando un matrimonio di interesse (personale) oppure dovrà mandare a monte il matrimonio preferendo nuove elezioni. Io preferirei che questo matrimonio di interesse non si facesse e che il ragazzino Di Maio, ignorante e cretino, presuntuoso e arrogante, andasse per sempre affanculo. Lo capirà il Grigio Mattarella? Come si può mettere il governo dell'Italia nelle mani di questo buffoncello? Prima anti euro e anti NATO, adesso, da voltagabbana, pro euro e filo NATO. "Chi è bischero è bischero sin da giovane" (Indro Montanelli).  
Quando si scoprirà che il reddito di cittadinanza costerebbe tra i 35 e i 38 miliardi di euro all'anno mentre l'abolizione dei vitalizi, altro cavallo di battaglia dei grillini, farebbe risparmiare solo 150 milioni, secondo i calcoli fatti dal presidente dell'INPS Tito Boeri (nella trasmissione 1/2 ora in più di Rai3 del 15 aprile 2018) allora finalmente si scoprirà la bufala su cui i 5Stelle hanno fondato il loro successo nel sud.

Tito Boeri a Mezz'ora in più: "Non solo vitalizi, gli onorevoli hanno un ...

https://www.huffingtonpost.it/2018/.../15/tito-boeri-a-mezzora-in-piu-non-solo-vitalizi...
5 ore fa - Per Boeri costerebbe nell'immediato 11 miliardi, costo che potrebbe salire a 15 miliardi. L'impatto sul debito pensionistico, secondo il presidente dell'Inps, sarebbe circa 85 miliardi e si darebbe inoltre vita a un sistema "doppiamente iniquo" per i giovani e per chi ha pagato il costo della Fornero oltre che ...
Dura critica anche al sistema dei vitalizi. "I vitalizi - ha detto Boeri - erano uno schema insostenibile fin dall'inizio: si è partito già da subito in disavanzo. Nel 2016 io ero stato chiamato in audizione parlamentare e ho fornito i dati in nostro possesso, sollecitandone altri, ma trovo scandaloso che la Camera non ci abbia dato questi dati. Anche sulle valutazioni che ci sono state richieste, come sul ddl Richetti, non abbiamo avuto i dati sui contributi versati dai parlamentari: avrebbero dovuto darci la possibilità di fare analisi più dettagliate".     
L'intervento di Boeri inizia al minuto 43 della trasmissione

sabato 14 aprile 2018

FOLLI CRIMINALI E VIGLIACCHI. LA DOVRANNO PAGARE

E' da pazzì criminali bombardare la Siria che ha un governo che ha combattuto sempre contro il terrorismo islamico.  
In sede ONU, dove comanda non l'assemblea ma il Consglio di sicurezza, in cui occorre l'unanimità per rendere operativa  una decisione, non poteva essere presa la decisione di bombardare la Siria, essendovi il veto della Russia e della Cina. Ma USA, Francia e Inghilterra se ne sono fregati. Questi Stati hanno violato anche il diritto internazionale. Dicevano di avere le prove che il governo di Assad avesse usato e usasse ancora armi chimiche ma queste prove non sono state mai esibite. Come non furono mai esibite le prove di "armi di distruzione di massa" per giustificare l'invasione dell'Iraq. In Siria si è ripetuta la stessa storia. Ed essendo anche disonesti non hanno aspettato che l'OPAC (Organizzazione Proibizione Armi Chimiche), già presente in Siria, iniziasse le sue indagini in Siria per verificare se vi fossero veramente armi chimiche per stabilire, in caso affermativo, chi veramente le avesse usate. Avevano paura questi governi criminali che si scoprisse che queste armi fossero state usate dai cosiddetti  ribelli, cioè da coloro che 7 anni fa hanno incominciato ad usare armi chimiche. Questi cosiddetti ribelli hanno fatto vedere le loro immagini artefatte in cui venivano fatti vedere bambini che venivano lavati per prevenire le conseguenze dei gas sulla pelle. Immagini che dovevano avere come scopo la giustificazione dell'intervento di questi governi criminali. I bombardamenti hanno come fondamento solo un imbroglio. Invece di favorire il governo di Assad per combattere meglio i tagliagole dell'Isis, favoriti dai cosiddetti ribelli dell'Esercito di liberazione, a cui si aggiunsero i gruppi di Al Nusra, altra faccia di Al Qaeda, che favorirono l'infiltrazione dell'Isis, che poi occupò quasi tutta la Siria, istituendo il cosiddetto califatto estendentesi sino a buona parte dell'Iraq, ebbene, dopo tutto ciò, anche governi europei, solo apparentemente democratici, non rappresentando la maggioranza della popolazione, nella loro scelleratezza hanno continuato ad ostacolare il legittimo governo di Assad chiamandolo dittatore, nonostante non lo sia perché ha con sé il favore della maggioranza della popolazione della Siria. Gli USA sono stati sempre i maggiori alleati del peggiore governo che che esista sulla Terra, quello dell'Arabia Saudita, ma per ragioni di petrolio. Di quell'Arabia Saudita che ottiene armi anche dall'Italia (Sardegna) per bombardare lo Yemen con governo sciita. Così pure continuano ad essere alleati, dentro la NATO, del dittatore della Turchia  che è il sultano Erdogan, che ha messo in carcere migliaia di oppositori, tra cui anche giornalisti impedendo la libertà di stampa. Ma evidentemente per gli USA e per i loro alleati, compresi i governi italiani, vi sono dittatori buoni, quando fa loro comodo per vari motivi, e dittatori cattivi quando non fa loro comodo.   Quale è il vero motivo per cui questi governi criminali vogliono fa fuori Assad? Evidentemente non lo possono dire. La Siria, pur povera di petrolio, è il territorio che è attraversato dall'oleodotto che parte dall'Arabia Saudita a va a finire sulle sponde siriane del mediterraneo. E l'Arabia Saudita, da sempre alleata degli USA, aveva interesse a far fuori Assad, antisunnita e filosciita, pur non essendo egli sciita ma alauita, una setta islamica minoritaria all'interno dello sciismo e che si caratterizza per un sincretismo religioso che ha assorbito motivi tratti dal cristianesimo e dalla filosofia neoplatonica. Per questo i governi Assad (padre e figlio) si sono sempre caratterizzati come espressione della tolleranza religiosa, di cui hanno usufruito i cristiani, il 10% della popolazione. Nel 1980 Assad padre tolse dalla Costituzione la religione islamica come religione di Stato provocando la reazione dei fanatici della setta dei Fratelli musulmani che cercarono di assassinare Assad padre. La repressione fu giustamente spietata. E il figlio proseguì nella tradizione politica del padre, che proveniva dal partito laico e socialista Baas. Ma per questo stesso motivo i loro governi sono stati sempre combattuti dall'Arabia Saudita, rigorosamente sunnita, come la maggior parte della popolazione della Siria. In questo ginepraio di religioni si è inserita nel 2013 l'Arabia Saudita contando sull'alleanza degli USA interessati al petrolio arabo. Fu infatti l'Arabia Saudita, con il Qatar, a finanziare nascostamente in Siria i ribelli e poi anche l'Isis, con l'unico scopo di avere in Siria uno Stato islamico sunnita in funzione anti Iran, notoriamente sciita. Si tratta sempre di avere le mani sul petrolio, come lo fu nel caso dell'Iraq e della Libia, dove l'altro giorno a Parigi è venuto a mancare il generale Haftar, dell' l'unico governo forte della Libia, quello di Bengasi, con cui l'UE non ha voluto  mai trattare, riconoscendo soltanto il fantasma di governo di Tripoli, da cui sono partite tutte le invasioni dall'Africa. 
E ora vi è da domandarsi quale governo italiano sia auspicabile anche alla luce dei fatti della Siria. Berlusconi, schizofrenico, si è dimostrato sempre amico di Putin, ma ha continuato a fare una politica filoeuropea all'interno  di quella pagliacciata di parlamento europeo (dove Forza Italia fa parte del Partito Popolare, il più rappresentato) e oggi ha preferito rifugiarsi nel silenzio piuttosto che prendere chiaramente posizione. Nella sua solita ambiguità ha preferito dire da insensato e da viscido che "in questa situazione è meglio non pensare e tacere" mentre Salvini ha esternato tutta la sua contrarietà al bombardamento della Siria definendolo "pazzesco". Un centro destra, anche se avesse avuto la maggioranza assoluta, si sarebbe trovato diviso tra la posizione di Forza Italia e quella di Salvini e di Fratelli d'Italia. Quelli di 5 Stelle è meglio perderli che acquistarli. Il ragazzino Di Maio, che si è candidato, da super ignorante, alla presidenza del governo, ha preferito tacere sulla Siria. Hanno apertamente dichiarato di rimanere fedeli all'UE e alla NATO, senza mai dire che l'Italia è tra gli Stati europei il maggiore finanziatore della NATO dopo gli USA. E per gettare fumo negli occhi degli imbecilli che hanno dato loro il voto continuano a blaterare solo sui vitalizi, come se abolendoli (anche se è giusto abolirli)  fossero la maggiore fonte di risparmio nella spesa pubblica. In realtà una maggiore fonte di risparmio consisterebbe nell'abolire tutte le Regioni, accentrando le competenze nel governo di Roma con la nomina di commissari regionali, oppure, se proprio si vogliono conservare i consigli regionali, pagando i consiglieri con gettoni di presenza perché la carica di consigliere regionale non diventi fonte di stipendio. Ma nessun partito pare abbia intenzione di abolire le Regioni almeno riducendo il costo dei consiglieri  e riducendone le competenze. Tornando all'attuale stallo nella formazione del governo sarebbe bene che, piuttosto che arrivare a un compromesso al ribasso tra centro destra e 5 Stelle (massa di buffoni), si andasse a nuove elezioni per sgonfiare l'effimero successo dei grillini e favorire una maggiore vittoria del centro destra ponendo in maggiore minoranza l'ambiguo Berlusconi, che non ne ha combinato una giusta nella sua ambiguità.  Non dica di essere stato tradito dagli alleati. E' lui che è sempre andato a cercarsi i traditori (Casini, Fini, Alfano, etc.), andando poi a fare accordi con Renzi nel patto del Nazareno pur di tenersi politicamente in vita. Occorre una destra chiara e distinta da tutte le confusioni anche nell'ambito di politica estera. Bisogna istituire un referendum CONSULTIVO perché sia il popolo a rendersi responsabile di una scelta fondamentale anche in politica estera: se continuare a stare in questa disgrazia dell'UE e dell'euro, con il perseverare del servilismo nei confronti degli USA e della NATO, oppure uscirne e volgersi verso una più sicura alleanza politico-economica con la Russia. 
Nel mio libro Roba da sardi.Ve la do io la Sardegna ho dimostrato, con bilanci regionali alla mano,  che alla Sardegna converrebbe anche economicamente mandare affanculo un'Italia serva degli USA e dell'UE, per volgersi verso una alleanza politica, economica e militare con la Russia. Diventerebbe la regione più ricca d'Europa. E mi immagino dei bei missili russi puntati in Sardegna contro questa farsa di UE, da cui l'Italia ha tutto da perdere, mentre tutto avrebbe da guadagnare con una alleanza con la Russia. La Sardegna, in cambio di una alleanza politica ed economica con la Russia, che per la prima volta nella sua storia si affaccerebbe nel mediterraneo grazie alla Sardegna, potrebbe avere petrolio e gas gratuito dall'industria di Stato russa GAZPROM, affittando alla Russia tutte quelle basi militari che oggi sono occupate dagli americani.  Russia che, se volesse, chiuderebbe i rubinetti facendo morire di freddo l'UE. Questo dovrebbe capire un centro destra a trazione destra. Considerando che soltanto la Lega e Fratelli d'Italia si sono pronunciati a favore della Russia di Putin contro i bombardamenti vigliacchi e masochistici degli USA, della Francia e dell'Inghilterra. Un'Italia che uscisse dall'UE segnerebbe la fine dell'UE e del suo servilismo nei confronti degli USA.                                          

Veritas vincit: Schifosi burattinai bastardi!

11 ore fa - Schifosi burattinai bastardi! Testo di Roberto Marino Marceddu. USA, Francia e Inghilterra, soliti criminali in giro per il mondo a fare guerre contro chi non si allinea e si piega al nuovo ordine mondiale. A costo di sterminare innocenti. Come per l'Iraq e altri luoghi, si sono inventati con prove  

Tre paesi nucleari che agiscono fuori dalle regole della NATO

12 ore fa - Tre paesi nucleari che agiscono fuori dalle regole della NATO. Testo di Bianca De Simone. Il Patto Atlantico è un accordo tra paesi il cui intento era la difesa da eventuali attacchi da parte di paesi firmatari del Patto di Varsavia, ad uno qualsiasi dei paesi aderenti il Trattato NATO. 1 - non è nato per ...

Il cristianesimo nacque lì









In Siria i Cristiani vengono rispettati e rappresentati in parlamento, ma Assad sarebbe il criminale. In Arabia Saudita e Qatar i Cristiani vengono vessati e perseguitati, ma sono definiti stati democratici. Credo proprio di non essere democratico come gli Arabi, piuttosto sono criminale come Assad.

 

 

 

 

Un plagio di scala planetaria

4 giorni fa - Un plagio di scala planetaria. Testo di Paolo Sensini. Dietro l'attacco chimico in Siria ci sono gli stessi protagonisti che hanno tentato anche quelli precedenti del 2013 e 2017. Le stesse forze che vogliono la guerra a ogni costo e che non si capacitano di aver subito una simile batosta sul campo.  

 

giovedì 12 aprile 2018

DIFENDERE IL GOVERNO DI ASSAD CONTRO LE MENZOGNE AMERICANE ED EUROPEE.

Ancora una volta gli USA, e questa volta con Trump, che andò al governo promettendo che gli USA non si sarebbero più intromessi nelle questioni interne di altri Stati. L'Italia è senza governo, ma la falsa sinistra, pestata alle elezioni, non si smentisce mai. E' sempre dalla parte degli USA, del servilismo nei confronti della Nato, avendo già promesso sostegno a Trump assicurandogli la disponibilità delle basi americane di Sigonella con questo falso governo privo di sostegno parlamentare perché sopravvissuto dopo il 4 marzo alle elezioni e avendo soltanto compiti di ordinaria aministrazione. Ma non rientra nell'ordinaria amministrazione la presa di posizione a favore di Trump. Adesso si sta cominciando a capire chi sono i 5 Stelle. Sono coloro che, se governassero da soli, continuerebbero a sostenere la politica guerrafondaia degli USA, che si credono ancora padroni della politica internazionale continuando a seminare menzogne. Come fece il criminale Bush, che per avere la scusa di una invasione dell'Iraq si inventò la menzogna che Saddam Hussein avesse armi di distruzione di massa. E convinse anche l'allora primo ministro inglese Toni Blair, che poi riconobbe il suo grave errore nell'aver creduto a Bush. Poi altre menzogne per abbattere il governo di Gheddafi, facendosi gli USA del governo Obama alleati della Francia del poi trombato Sarkozy che voleva impossessarsi del petrolio libico facendo fuori gli accordi che l'Italia del governo Berlusconi aveva fatto con Gheddafi, ricevuto prima in Italia con onori. Maggiore responsabile fu Napolitano che volle l'intervento dell'Italia in Libia, pur contro il parere d Berlusconi, che dimostrò di essere anche lui complice di Napolitano, il Peggiore, per non avere avuto il coraggio di opporsi al Peggiore. Si fece così il gioco dell'Arabia Saudita (il che è tutto dire) che mirava ad abbattere il governo di Gheddafi per imporre la dittatura di un governo filosaudita e rigorosamente islamico in Libia, contro il moderatismo di Gheddafi. Le conseguenze di questa scellerata politica sempre al servizio degli USA le sta sopportando ancora l'Italia con l'invasione dall'Africa dalle coste della Libia. 
Ora si sono inventate le armi chimiche che Assad avrebbe usato contro i ribelli, senza domandarsi chi siano veramente questi cosiddetti ribelli, che propagandano immagini che proverebbero l'uso di armi chimiche da parte del governo di Assad, mentre sono questi criminali a seminare questa menzogna, non essendoci state mai prove dell'uso di armi chimiche da parte di Assad, mentre vi è da pensare che siano proprio i cosiddetti ribelli ad averle usate per poi giustificare un intervento internazionale contro Assad. E in sede ONU, un carrozzone ormai inutile, gli USA si sono opposti ad una ispezione internazionale per verificare la tesi che sia stato il governo di Assad ad usare armi chimiche. Già nel 2013 si dimostrò falsa la propaganda americana del governo Obama, con il servilismo del'UE, la voce dell'uso di armi chimiche da parte del governo di Assad. I "ribelli" sono l'ultima sacca di terroristi islamici che hanno seminato morte in Siria, dove i siriani erano nella grande maggioranza favorevoli al governo di Assad, a cominciare dalla minoranza della popolazione cristiana, che viveva in pace con gli islamici, costretti da Assad a convivere in pace con i cristiani. Perché Assad aveva ereditato dal padre una politica laica e socialista che era quella del partito Baas, corrispondente al partito laico e socialista dell'Iraq di Saddam Hussein. La mitologia occidentale dell'esportazione della democrazia in Stati islamici, dove si sa che solo un governo forte può impedire la deriva islamista, continua ad alimentare la guerra in Siria, dove, se non fossero intervenuti gli USA a favore dei ribelli, e poi i turchi contro i curdi residenti in Siria, il governo di Assad avrebbe ricondotto la Siria ad una situazione di pace e di concordia con l'eliminazione dei criminali dell'Isis che si erano inseriti in Siria approfittando della guerra dei ribelli di Al Nusra contro il governo di Assad. La Russia ha salvato il governo di Assad sino  ad oggi, mentre ancora gli USA si permettono di chiamare Assad "animale", anche nell'uso improprio del termine "animale", in quanto la politica occidentale è da subnanimali. Un governo formato da 5 Stelle proseguirebbe nella scellerata politica filoamericana e filo Unione Europea, non capendo che l'Italia dovrebbe liberarsi dal servilismo nei confronti dgli USA e preferire un'alleanza con la Russia di Putin. L'unico che nel panorama internazionale sta dimostrando di avere il cervello a posto. Bisogna riconoscere che purtroppo bisogna sperare che la Lega di Salvini, filo russa, pur antianimalista, impedisca la scelleratezza dei 5 Stelle, destinati a sgonfiarsi dopo l'effimero successo dovuto unicamente alla promessa di assistenzialismo nel sud con il reddito di cittadinanza. Pur sapendosi che i centri per l'impiego o di collocamento di lavoro, che dovrebbero offrire tre offerte di lavoro a coloro che usufruirebbero nel frattempo del reddito di cittadinanza (780 al mese) in attesa delle offerte di lavoro, risultano dei centri inutili perché non riescono ad offrire alcuna proposta di lavoro. E dunque non saranno di certo i 5 stelle a trovare lavoro per i disoccupati.                        

Armi chimiche in Siria, Del Ponte: «Per ora prove ... - Corriere della Sera

www.corriere.it › Esteri
6 mag 2013 - La voce di Carla Del Ponte ex procuratore capo del Tribunale penale internazionale esce dal coro e punta il dito sui ribelli siriani, prima e più che sul regime di Bashar al-Assad, sui sospetti riguardanti il presunto uso di armi chimiche nel conflitto in Siria. Almeno sulla base degli elementi resi finora ...

siria: gli usa accusano falsamente assad sulle armi chimiche

https://mirabilissimo100.wordpress.com/.../siria-gli-usa-accusano-falsamente-assad-sull...
DENTRO IL LABORATORIO DEI TAGLIAGOLE DOVE SI FABBRICANO LE ARMI CHIMICHE
L’America è pronta a colpire la Siria di Bashar Assad, accusata di un presunto attacco chimico contro la cittadina di Douma nella regione di Ghouta. Ma cosa ci faceva un laboratorio pieno di prodotti chimici provenienti dall’Arabia Saudita in una zona controllata fino a 48 ore prima da quegli stessi ribelli di Jaysh al Islam che venerdì scorso hanno diffuso le immagini del presunto attacco attribuito al governo di Damasco? Reportage di Gian Micalessin per Gli Occhi della Guerra

distruggere la sovranità della Siria LA VERITA DETTA da ... - YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=t40r7Z5oEME
8 apr 2017 - Caricato da Mihaela Bruja
RICORDATEVI ANCHE QUESTO VIDEO - uno dei video più "stupefacenti" che io ho mai visto nell ...

martedì 10 aprile 2018

FAI AGLI ALTRI CIO' CHE QUESTI FANNO AGLI ALTRI

La famosa frase morale evangelica Fa' agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te  è una frase pericolosa perché ognuno ha una propria morale, e pertanto una certa concezione del bene, dettata da una certa tradizione culturale. Pertanto non può esistere una morale universale. Un islamico, per esempio, si sente in dovere di predicare, cercando di imporla agli altri, la propria concezione del bene dettata dal Corano, convinto di meritare la stessa punizione che egli crede debba essere inflitta ai miscredenti. Il bene pertanto non può essere imposto se non è richiesto. Diverso è il comandamento Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te, che risale a Confucio (500 a.C.). Esso ha una valenza giuridica e non morale. Non si finisce in tribunale per non aver fatto del bene, ma per aver fatto del male, sia nel diritto civile che in quello penale. Infatti il danno è ben visibile nelle conseguenze del male, mentre il bene non è visibile allo stesso modo. Ma vedendo certe scene di crudeltà ho riflettuto per giungere ad un'altra formulazione che però non rientra né nella morale né nel diritto, che non rende pienamente giustizia a chi subisce del male, dovendo porsi come legge superiore, che è quella del taglione, purtroppo non compresa nella tradizione concezione del diritto. Tuttavia Kant (Metafisica dei costumi), come tanti altri pensatori, anche cristiani (S. Paolo, S. Agostino, S. Tomaso), giustificarono la pena di morte come forma di giustizia che doveva equiparare il danno causato dall'omicidio volontario. Hegel, Lineamenti della filosofia del diritto, pur rimanendo da filosofo idealista entro una concezione antropomorfica del diritto, che non si estende oltre i limiti dell'ambito umano, disse che la giustizia è taglione. Come dire:quel che è fatto è reso. La più antica formulazione della legge del taglione si trova nell'Antico Testamento, dove si legge:"Quando uno avrà fatto una lesione al suo prossimo, gli sarà fatto come egli ha fatto: frattura per frattura, occhio per occhio, dente per dente; gli si farà la stessa lesione che egli ha fatto all'altro" (Levitico, 24:19-20).
Purtroppo il diritto derivante dalla norma non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te non implica la legge del taglione, perché pare che lo stesso diritto sia stato corrotto dalla morale, escludendo che chi abbia fatto del male subisca lo stesso male. Questa riflessione mi è stata suggerita da scene di crudeltà sugli animali, i cui diritti non sono compresi nel diritto umano. Ma vi sono individui che solo biologicamente appartengono alla specie umana, mentre essi stanno sotto il livello dell'animalità. Per essi dovrebbe valere la legge del taglione. Gli animali non umani non uccidono per crudeltà come fanno i predatori, costretti dalla natura ad uccidere la preda solo per motivi di sopravvivenza.    Io mi domando se non si debba rimanere inorriditi di fronte, per esempio, all'immagine di questo povero asinello, mite e rassegnato, condotto a morte con bastonate sulla testa. Sono costretto a confermarmi nel pensiero che questi crudeli assassini meritino la legge del taglione. 


Immagine tremenda tratta da 

L'avorio del terzo millennio? La pelle d'asino per ... - Corriere della Sera

www.corriere.it/.../pelle-asino-elisir-cinese-eijao-6e9f4516-38ab-11e8-8095-51e8f0c07f...
2 giorni fa - La pelle dell'animale viene utilizzata per realizzare un particolare medicinale cinese, chiamato eijao. Per frenare il commercio alcuni Paesi hanno deciso di impedire la concessione di permessi per le esportazioni o invitato a non acquistare la sostanza ...




di Silvia Morosi

Un frame del video di Peta Asia che mostra l’uccisione degli asini a colpi di mazza  
Un frame del video di Peta Asia che mostra l’uccisione degli asini a colpi di mazza
La pelle d'asi    

La pelle d'asino per produrre l'elisir cinese - IlGiornale.it

www.ilgiornale.it/news/mondo/cina-asini-sono-rischio-estinzione-1513574.html
2 giorni fa - Dal 1990 al 2016, in Cina, si è passati da 11milioni a 5 milioni di asini, animali dalla cui pelle si ottiene un medicinale particolare.

lunedì 9 aprile 2018

BOTTE DA ORBAN

In Ungheria ha vinto ancora una volta Orban menando botte contro la dittatura dell'Unione Europea. Ha mantenuto la sovranità monetaria con la moneta nazionale che è il fiorino, ha ridotto la disoccupazione al 4% con la flat tax, ha innalzato il vessillo della difesa dei confini contro la scellerata politica dell'UE in fatto di distribuzione degli immigrati extra comunitari, anche ai fini della salvezza dell'identità europea contro l'invasione islamica dell'Europa, contro la politica mondialista e corrutrice dell'ebreo Soros. Se la piccola Ungheria se lo può permettere perché non dovrebbe poterselo permettere l'Italia contro tutte le menzogne della convenienza dell'euro?  Perché non abbandonare il servilismo nei confronti degli USA e non preferire un'alleanza politico-economica con la Russia di Putin come ha preferito fare Orban? Vi è da domandarsi, contro tutti i fanatici dell'UE, che convenienza possa avere l'Italia a partecipare ai fondi comuni europei versando ogni anno 20 miliardi di euro per averne in restituzione 12 e sotto stretti vincoli di spesa. Una falsa Unione Europea dove non esiste un comune regime fiscale e non si possono fare investimenti statali a causa della camicia di forza del 3% nel rapporto tra deficit annuale e PIL. 

Ungheria, Orban stravince - IlGiornale.it

Ungheria, il miracolo economico della flat tax di Orbán: il Pil cresce del ...

www.ilpopulista.it/.../ungheria-il-miracolo-economico-della-flat-tax-di-orban-il-pil-cr...
Ungheria, il miracolo economico della flat tax di Orbán: il Pil cresce del 4,4%. In 10 anni, grazie alla tassa unica, nel paese (senza Euro) gli stipendi sono raddoppiati, la disoccupazione si è azzerata e l'economia continua a crescere. Redazione. di Redazione. - 21 Febbraio 2018 alle 20:50. Ungheria, il miracolo economico ...

 

domenica 8 aprile 2018

ABOLITO L'INFERNO

BUONE NOTIZIE: NON C’E’ PIU’ L’INFERNO

Pare che la questione dell'esistenza dell'inferno rimarrà aperta per i papi, in disaccodo tra loro. Pio XII (Acta apostolicae Sedis 47, 1955)aveva giustificato la pena di morte vedendo nel disprezzo dell'ordine pubblico un'opposizione a Dio. Egli era rimasto nella tradizione teologica secondo cui la pena eterna si giustificava in quanto il peccato doveva essere commisurato al disprezzo dell'eternità di Dio. Per quanto riguarda il purgatorio, questo fu inventato nel Medievo con la furbesca intenzione della Chiesa di trarre guadagno da esso. Infatti, non potendo influire né sull'inferno né sul paradiso, si poteva con le indulgenze a pagamento abbreviare la permanenza delle anime nel purgatorio. Sul purgatorio cfr. il classico libro dello storico francese Jacques Le Goff La nascita del purgatorio. Una cosa è certa, che dai Vangeli non si può trarre alcuna conclusione precisa in quanto Gesù, dopo l'asserita resurrezione, si limita a dire: andate e predicate per le nazioni, chi crederà e si farà battezzare sarà salvato altrimenti sarà condannato. Non si accenna ad una condanna con il fuoco, anche se in alcuni passi si parla di condanna nella Geenna. Ma che che cos'era la Geenna? Era la discarica di Gerusalemme, in cui i rifiuti venivano incendiati. Ammesso che la frase di Gesù potesse significare simbolicamente una condanna con il fuoco, non si dice affatto che questa condanna dovesse essere eterna.      
L'attuale papa, per non contraddire Benedetto XVI, aveva affermato che l'inferno esiste, ma è un luogo senza fiamme, consistendo esso nel tormento ETERNO del male fatto. Poi deve averci ripensato. Come è possibile una punizione eterna se l'eternità non è comparabile con una vita finita? In matematica non vi è proporzione tra finito e infinito. Meglio allora fare scomparire l'anima cattiva sostituendo l'inferno con il nulla. Ma chi gli ha rivelato tutto ciò?

Si tratta allora di scegliere tra il ritorno nel nulla e una eterna noia.
Ma non è forse un'eterna noia un'eterna sofferenza?  
"Il Creatore - ha scritto il papa - cioè il Dio nell'alto dei cieli, ha creato l'universo intero e soprattutto l'energia che è lo strumento con il quale il nostro Signore ha creato la terra, le montagne, il mare, le stelle, le galassie e le nature viventi e perfino le particelle e gli atomi e le diverse specie che la natura divina ha messo in vita". E ancora: "Ciascuna specie dura migliaia o forse miliardi di anni, ma poi scompare. L'energia ha fatto esplodere l'universo che di tanto in tanto si modifica. Nuove specie sostituiscono quelle che sono scomparse ed è il Dio creatore che regola questa alternanza". L'ex arcivescovo di Buenos Aires ha quindi affrontato il tema della creazione e dell'alternanza tra le specie. Ecco, poi, un'affermazione centrale del discorso, la stessa destinata far discutere.

Il papa ha infatti sostenuto che le "anime cattive" non sono sottoposte ad una vera e propria "punizione". "Ottengono il perdono di Dio" - ha evidenziato Francesco - mentre coloro che non possono essere perdonate sono destinate alla scomparsa. L'inferno, insomma, non esisterebbe. Quello che è certo, per il pontefice, è solo la "scomparsa delle anime peccatrici".

sabato 7 aprile 2018

IMPARARE DALLA CINA: DICHIARARE FUORI LEGGE IL CORANO


Questo dovrebbe però significare dichiarare fuori legge l'islam. Infatti possedere una copia del Corano, come la posseggo io in una vecchia edizione Sansoni, non può essere considerato reato. Bisogna conoscere il nemico per meglio combatterlo. Altrimenti dovrebbe essere considerato reato anche possedere una copia del Mein Kampf di Hitler. Non può esistere compromesso con il Corano. Dichiarare fuori legge il Corano deve significare proibire la propaganda del contenuto di quel libro pazzesco dettato (non scritto) da un pazzo analfabeta che si portava dietro uno scriba a cui dettare le sue allucinazioni o imposture. Preferisco pensare che fossero imposture. Conseguentemente dovrebbero essere poste fuori legge tutte le moschee, senza distinguere tra quelle permesse e quelle abusive o clandestine. Purtroppo il relativismo della Chiesa cattolica, a cominciare dal papa Paolo VI che autorizzò la costruzione della moschea di Roma, la più grande d'Europa, ha favorito l'invasione islamica in Italia, come in Europa. La grande fallacia dei governi occidentali consiste nel distinguere tra islamici moderati ed islamici estremisti. Io vado dicendo da sempre che questa distinzione è fallace perché non esiste un Corano moderato, testo che predica la violenza armata contro gli infedeli (compresi ebrei e cristiani) e promette il paradiso come premio per quelli che uccidono gli infedeli. Magdi Cristiano Allam è costretto a vivere sotto scorta perché minacciato di morte per essersi convertito al cristianesimo. La situazione d'oggi è anche la conseguenza della scellerata politica americana prima di Trump. Risaliamo a quando gli americani fornivano armi ai mujaheddin che combattevano contro il governo laico in Afghanistan perché appoggiato dall'esercito sovietico, con la conseguenza di favorire l'andata al potere dei talebani. Poi il bombardamento di Belgrado perché la Serbia combatteva in Bosnia contro gli islamici che volevano instaurare in Bosnia uno Stato islamico in Europa. Poi l'invasione dell'Iraq che aveva un governo laico come quello di Saddam Hussein, del partito laico e socialista Baath, avente come vice primo ministro Tareq Aziz, cristiano cattolico dirito caldeo. Poi, ancora, il bombardamento della Libia di Gheddafi, ormai diventato un moderato, da parte della Nato e su iniziativa della Francia del poi trombato Sarkozy, che voleva impossessarsi dei pozzi petroliferi libici, contro gli interssi italiani dell'ENI. Con la complicità dell'Italia che offriva le basi agli aerei americani. Maggiore complice di ciò il Peggiore, quel Napolitano che volle l'intervento del governo italiano, allora presieduto da Berlusconi, che tradì il patto di allenza con Gheddafi, che prima aveva ricevuto a Roma con onori stipulando contratti economici favorevli all'Italia. Come se non bastasse gli Stati europei e gli Stati Uniti hanno favorito i ribelli contro il governo laico di Assad credendo di poter esportare in Siria la democrazia mentre hanno favorito la nascita del cosiddetto Stato islamico dei fanatici jihadisti tagliagole, che occuparono parte dell'Iraq e della Siria. Non hanno capito che dovevano affiancarsi alla Russia nella difesa del governo laico di Assad, che comunque ha riconquistato grazie ai russi buona parte del territorio siriano. Insomma, gli scellerati Stati occidentali hanno seminato vento e stanno raccogliendo ancora la tempesta del terrorismo islamico. E contro i terroristi dovrebbe essere instaurata la pena di morte. Oltre tutto si farebbe loro un piacere perché si permetterebbe loro di raggiungere come martiri quella cagata pazzesca di paradiso descritto nel Corano in cui credono. I martiri verranno accolti da vergini e “avranno con loro su giacigli affiancati fanciulle modeste di sguardo, bellissime d’occhi, come bianche perle celate” (Sura XXXVII), “dal seno ricolmo” (Sura LXXVIII), “belle come rubino e corallo, dagli occhi grandi e neri, mai prima toccate da uomini”(Sura LV), “tra fiumi di latte dal gusto immutabile, di vino delizioso e di miele purissimo” (Sura XLVII). Solo un pazzo poteva dettare simili cose, e solo dei pazzi possono credere in questo paradiso. E allora diamoglielo pure a questi pazzi, prima che se lo diano da se stessi.  

Germania, furgone piomba sulla folla:
3 morti e 50 feriti a Munster|Foto|Mappa

La polizia cinese sta ritirando tutte le copie del Corano - Il Giornale

www.ilgiornale.it/news/.../polizia-cinese-sta-ritirando-tutte-copie-corano-1447497.htm...
29 set 2017 - Cosi' come si e' messo fuori legge il fascismo, il rischio e' che anche l'islam può' in certe circostanze diventare talmente pericoloso da essere considerato una ideologia aberrante che minaccia la convivenza civile. In Cina, pur non brillando sui diritti civili, stanno affrontando una emergenza in una regione ...

Nomi islamici al bando per i neonati: Human Rights Watch contro il ...

www.repubblica.it/.../cina_nella_maggioranza_musulmana_di_xinjiang_il_governo_viet...
26 apr 2017 - PECHINO – Non la chiameranno, e va bene, Jihad: che se pure nel Corano non viene mai associato alla violenza oggi per troppi è un nome che evoca la ... ha mostrato un gruppo di combattenti uiguri che per la prima volta minacciavano di portare la guerra fuori dal territorio, e farla pagare a tutta la Cina, ..