mercoledì 9 agosto 2017

DAL BELGIO DIVIETO DELLA MACELLAZIONE EBRAICO-ISLAMICA

Non capisco perché il divieto debba partire dal 2018 e non subito. Questa Europa incivile, peggio del nazismo che aveva vietato severamente la macellazione ebraica (kosher o kasher), continua a fare eccezione per gli ebrei. Se non vi fosse  l'ostacolo della crudele tradizione ebraica, in rispetto del dio del male Jahweh, travestotosi poi in Allah nel Corano, forse, dico forse, non vi sarebbe nemmeno la corrispondente macellazione halal che gli islamici hanno copiato dagli ebrei. Infatti i governi europei, nonostante la presenza islamica purtroppo diffusa in Europa nell'ordine di qualche decina di milioni, rispetto alla quale è quasi trascurabile la popolazione degli ebrei, e ancor più trascurabile in considerazione che la maggioranza degli ebrei è atea o comunque non osservante delle norme mosaiche sulla macellaziione (vedi il caso di Moni Ovadia, non credente e per di più vegetariano), i governi europei, dicevo, forse non avrebbero permesso la macellazione islamica, ma mai avrebbero avuto il coraggio di porsi contro il potentato di una minoranza all'interno della trascurabile presenza di ebrei. Guai infatti a porsi contro questa minoranza nella minoranza. Si incorre subito nell'accusa di antisemitismo, come pazzescamente è capitato a me.  La Cassazione è giunta a scrivere scriteriatamente contro di me in una sentenza che non potevano essere distinti gli ebrei  credenti (osservanti della macelazione kosher) da quelli non credenti, trattandosi dell'appartenenza alla stessa razza. Ma allora le razze esistono al contrario di chi ne  nega antiscientificamente l'esistenza?  La convinzione che il povero animale che finisce in un mattatoio diventi impuro e la sua carne diventi non mangiabile se esso viene prima privato della coscienza sa solo di farneticazione ereditata dalle norme mosaiche, cioè da un personaggio, Mosé, che la più accreditata esegesi biblica ritiene oggi sia solo un personaggio romanzesco, mai esistito. Ma il dio del male Jahweh si trasferi nelle vesti di Allah aggiungendo disgraziatamente il proselitismo, anche quello attuato con la violenza, sino al terrorismo, coerentemente con il Corano, mentre il dio del male Jaweh non volle mai che gli ebrei credenti facessero proselitismo in rispetto della convinzione, tradotta in principio, del popolo eletto, che non doveva contaminarsi mescolandosi con altri popoli. L'Europa incivile è quella che non condanna il barbaro spettacolo della corrida e la macellazione ebraico-islamica. Giustamente l'articolo sottostante definisce in tal caso fratelli di sangue ebrei (credenti) ed islamici. Io li definirei fratelli in coltelli. A chi abbia un animo sensibile ho voluto risparmiare l'immagine che si può vedere cliccando su  Continua a leggere.

Ebrei e musulmani, fratelli di sangue


Fonte: Eu News

Bruxelles – Stop definitivo alla macellazione degli animali secondo le tradizioni kosher e halal entro il primo giugno 2018. Così ha deciso venerdì, votando all’unanimità, la commissione ambiente del parlamento della Vallonia, la regione francofona del Belgio. La decisione viene incontro alle richieste delle associazioni animaliste belghe, contrarie all’uccisione “senza stordimento” degli animali, come vogliono i rituali religiosi ebraici e musulmani. Immediate le dure reazioni dei rappresentanti delle comunità interessate dal provvedimento. Il metodo rituale di macellazione degli animali (“schechitah” in ebraico) prevede che questi siano coscienti quando vengono sgozzati. Una pratica che secondo i critici è crudele e disumana. La macellazione musulmana per produrre carne halal avviene in modo simile, anche se con minori restrizioni. Entrambi i metodi non piacciono alle organizzazioni animaliste belghe, che hanno esultato alla notizia del provvedimento adottato dalla Vallonia. “Con questo voto, provate che il benessere dell’animale conta seriamente e che rispondete al desiderio di circa 9 valloni su 10”, ha dichiarato ringraziando i membri della commissione ambiente il presidente del Gruppo d’azione nell’interesse degli animali (Gaia).

Continua a leggere...»
 

6 commenti:

Vlad ha detto...

Sono molto deluso dal fatto che diverse pagine vegan su Facebook, invece di gioire per la decisione del Belgio, se la stiano prendendo con Salvini affermando che la macellazione "italica" sia egualmente barbara, se non pure di più. Questa è la misura del masochismo e della coglioneria che ci attanagliano.

Pietro Melis ha detto...

Ha scritto il filosofo Hegel che "chi vuol tutto vuol niente e si riduce al niente". Questo dovrebbe servire a coloro che da ignoranti non fanno distinzioni lasciando così le cose come stanno. Non fanno gli interessi degli animalisti ma quelli contrari.

Vlad ha detto...

Continuano a rispondermi che non è vero che la macellazione halal sia peggiore perché l'animale muore sempre per iugulazione.
Mah...

Pietro Melis ha detto...

Ricopierò a mano un documento dell'associazione dei veterinari di Torino in cui si documentano le atroci sofferenze patite in più a causa della macellazione ebraico-islamica senza previa rimozione della coscienza. Che cosa vogliono questi imbecilli di vegani? Tutto o niente? Cioè la chiusura dei mattatatoi e che tutti improvvisamente diventino vegani?

Vlad ha detto...

Grazie. Poi provvedero' a sbatterlo in faccia all'amministratore di quella pagina.

Pietro Melis ha detto...

A Vlad. Quale articolo sbatterà in faccia? Credo che dovrebbe sbatterne in faccia due.
1) domenica 13 agosto 2017
LE FARNETICANTI GIUSTIFICAZIONI DELLA MACELLAZIONE EBRAICA
2)sabato 12 agosto 2017
DOCUMENTO DEI VETERINARI DI TORINO CONTRO LA MACELLAZIONE EBRAICO-ISLAMICA

A quale amminnistratore di quale blog si riferisce?