giovedì 23 marzo 2017

FORZA ISLAM!

Fagliela vedere a questa Europa di sgoverni che ne stanno distruggendo l'identità, perché solo così vi è da sperare che finalmente i popoli europei accecati dall'ideologia della società multietnica e multiculturale siano capaci di recuperare la vista e capiscano che bisogna dare voti ai partiti nazionalisti che segnino la fine di una costruzione artificiosa come l'UE che ha impoverito tutti gli Stati dell'UE tranne la Germania che ha colonizzato l'Europa. Fagliela vedere a coloro che credono da illusi nell'integrazione con i musulmani perché abbiano alla fine il coraggio di ribellarsi.  

  A Padova ci sono mattacchioni preveggenti

Simone Vichi: Ma va bán a caghér!


Roberto Cenacchi: Sì, sì, vieni a chiedermi il voto.


Mina Sole: Poligamia? E non gli basta una moglie? Occorre quella di ricambio!


Pedrazzini Luca: Cazzo. Spero sia uno scherzo.


Giuseppe Marchetti: Via l’Islam dall’Italia e dall’Europa!


Adriano Jadran-savarin: Se volete che vincano votate semplicemente i comunisti e i loro amici traditori.



Lo Stato, boia dei suoi sudditi

Marco Pistis: Ma quali braccia che lavorano! La maggior parte dei migranti si fanno portare in Italia per incocciarle e vivere alle spalle dei lavoratori italiani; gli altri le usano per rubare o spacciare!

Mary T. Banfad: È tattica. Un operaio italiano gli costa 20 euro a ora. Manovalanza nera gli costerà 5 euro al giorno. Questo sarà il futuro dell'Italia.

Ernesto Pettinato: Si chiama alto tradimento con annessa pena capitale.

Attilio Ramirez: D'accordissimo!

Amalia Sciorio: Se ne devono andare! Fate qualcosaaaaaa!

mercoledì 22 marzo 2017

L'ITALIA NON C'E' PIU'

E' il titolo dell'ultimo libro di Giampaolo Pansa, che alla fine della trasmissione Di Martedì ha detto che l'Italia è ormai come il Titanic che sta navigando verso la catastrofe a causa dell'invasione che stiamo subendo dall'Africa. Ha aggiunto che bisognerebbe avere bisogno non di politici ma di eccellenze politiche che siano capaci di una profonda ristrutturazione dello Stato. Ma Pansa ha fatto di tutte le erbe un fascio. Esiste un'unica soluzione per non affondare come il Titanic. Isolare la falsa sinistra abbandonando i sinistronzi alle loro faide perché si distruggano a vicenda. Sino a quando vi sarà una massa di folli che con il loro voto permetterà che l'Italia sia governata da un Partito della Demenza o della Disonestà (PD) con i suoi affiliati non vi è speranza. Si può leggere il libro di Pansa (tranne alcune pagine necessariamente saltate non potendosene dare una lettura completa se non violando i diritti d'autore) in 

L' Italia non c'è più. Come eravamo, come siamo - Giampaolo Pansa ...

lunedì 20 marzo 2017

TANTO RUMORE PER NULLA. RAI LIBERTICIDA

Hitler riteneva che i russi, come tutti gli slavi, fossero un popolo inferiore. Secondo lui non appartanevano alla razza ariana. E allora perché volle un'alleanza con il fascismo? Era Mussolini di razza ariana? Erano gli italiani di razza ariana? Certamente i russi, data la loro fisionomia sono di razza ariana. Il biondo predomina nella popolazione russa. Dunque non poteva considerare  i russi un popolo inferiore. Aggiungasi la considerazione che in Russia vi è la Chiesa cristiano- ortodossa,  baluardo contro il relativismo in cui si sta infognando la Chiesa cattolica con questo papa nel suo dialogo con i musulmani, la lebbra della Terra. La Russia dopo il 1453, cioè dopo la disgraziata fine dell'impero bizantino con la caduta di Costantinopoli, dovuta principalmente all'Europa cattolica che non volle intervenire per impedire l'invasione dei turchi, si proclamò orgogliosamente TERZA ROMA. Dal XIX secolo la Russia è stata patria di grandi scienziati, letterati e musicisti. Più che l'Italia nello stesso periodo. Dal punto di vista razziale si dovrebbe arrivare alla conclusione che sarebbe meglio migliorare la razza italiana con matrimoni di italiani con russe. Certamente meglio un'invasione di russe che un'invasione di negri e di arabi, come sta avvenendo. Razze culturalmente inesistenti. Oggi sarebbe meglio un'alleanza con la Russia (e vi è da sperare che Trump lo capisca) piuttosto che la schiavitù di una farsa di Unione Europea e di un euro moneta straniera. La Russia oggi rappresenta la vera identità europea contro il meticciamento di un'Europa occidentale invasa da negri ed arabi, e dunque anche da musulmani. 
Prescindendo dai punti del cartello apparso nella trasmissione dove si decantavano i pregi delle donne russe. Non importa che tali pregi fossero veri o falsi. La Rai ha forse voluto difendere la superiorità delle donne italiane? Come dimostrarlo? Impossibile. Ognuno deve essere padrone di esprimere i propri giudizi sull'argomento. Uno preferisce un'italiana (moglie e buoi dei Paesi tuoi)? Se la tenga. Uno preferisce una russa? Se la tenga. 

Tradita e sotto assedio
L'Europa sta morendo


"Meglio le donne dell'Est"
E la Rai chiude il programma

Polemica per "i 6 motivi per scegliere le donne dell'Est". Campo Dall'Orto: "Contraddetta la mission della Rai"

7 ore fa
828


domenica 19 marzo 2017

TRIBUNALI ITALIANI CHE SI ARROGANO LA COMPETENZA TERRITORIALE DI GIUDICARE CRIMINI COMMESSI IN LIBIA

Siamo arrivati anche questo assurdo. Un criminale libico organizza in Libia un carcere dove sequestra individui provenienti dall'Africa subsahariana e li sevizia, stupra delle donne perché si sbrighino a telefonare alle loro famiglie con la richiesta di altri soldi non bastandogli quelli che già avevano avuto. Arrivati i soldi li mette sui barconi e con il solito telefono satellitari manda una richiesta di soccorso a poche miglia della Libia. Una volta sbarcati in Sicilia sfugge al linciaccio di coloro che aveva illegalmente stipato nei barconi. Ma il Tribunale lo incarcera subito per tutti i reati commessi in Libia. In uno situazione internazionale normale questo criminale avrebbe dovuto essere estradato nello Stato di provenienza in cui i crimini erano stati commessi. Non vale obiettare che in Libia vi è il caos con due governi avversari (di Tripoli e di Tobruk) che non hanno la capacità di controllo su tutto il territorio libico. Nemmeno su quello che teoricamente dovrebbe essere attribuito al governo di Tripoli o a quello di Tobruk. E così, in violazione delle norme internazionali, i Tribunali italiani si arrogano il diritto di giudicare crimini per cui non hanno alcuna competenza territoriale non essendo stati commessi in Italia. Ma sono poi da discolpare coloro che si mettono nelle mani di organizzazioni criminali che sfruttano la tratta di essere umani? Ormai è chiaro che vi è una organizzazione criminale costituita da coloro che hanno interesse in Italia ad usufruire di queste invasioni dall'Africa per lucrare con i finanziamenti dello Stato alle cooperative dei centri di accoglienza. Ma i Tribunali di ciò tacciono considerando solo la fase intermedia, quella dell'accoglienza, senza considerare che i falsi profughi sono quelli che favoriscono e arricchiscono sia i criminali libici sia il punto di arrivo che è il terminale di questa organizzazione criminale costituito da coloro che in Italia si arricchiscono con il buonismo dell'accoglienza. I falsi profughi sono i mandanti di coloro che vengono poi accusati di sequestro di persone, di schiavizzazione e di stupro. Sanno che cosa li attende e tuttavia preferiscono percorrere anche 5000 km per arrivare nell'inferno della Libia, diventata tale dopo l'assassinio di Gheddafi di cui fu responsabile la Nato, tra cui principalmente gli Stati Unuti di Obama, la Francia del trombato Sarkozy e l'Italia del Peggiore (Napolitano), che volle che il governo di Berlusconi (imbelle e traditore di Gheddafi) partecipasse al bombardamento della Libia. Ecco i risultati.      Napolitano: La mummia parla ancora



sabato 18 marzo 2017

TOTO' CERCA CASA

Come in un famoso film di Totò, che, sfrattato di casa va in cerca di una nuova casa, la trova cadendo però nelle mani di imbroglioni e alla fine, preso per pazzo, trova casa in manicomio.  Una metafora politica di oggi. Vi è uno che, dopo essere stato ministro della giustizia e poi segretario del PDL fondò un nuovo partito per appoggiare il governo del Bomba e poi l'attuale governo del Conte. Adesso ha cambiato nome al suo partitino, mai passato per le elezioni e dato al 2% nei sondaggi, cercando di fondare un nuovo centro mentre prima l'etichetta del suo partitino faceva riferimento al centro destra. Ha voluto togliere ogni riferimento alla destra per lasciare solo il centro. Ma a destra, dato il suo passato e il suo presente, nessuno lo vuole. A sinistra non può trovare posto perché la sua presenza sarebbe un ossimoro. Insomma: sta cercando casa presso altri ma nessuno lo vuole. Dunque dovrà rimanere solo e presentarsi alle elezioni con una casetta tutta sua, magari quella dei sette nani. Sempre che il Berlusca non commetta un ennesimo errore riprendendoselo in una coalizione di centro destra. Ma vi è il muro di Salvini. Sarebbe incompatibile in una coalizione di centro destra, dove prevale la destra di Giorgia Meloni e di Salvini. A sinistra vi è il muro degli scissionisti del PD (Bersani e company) che certamente non sarebbero disposti a sputtanarsi prendendoselo con loro in una eventuale coalizione con il PDR (Partito Di Renzi). E poi chi ha tradito una volta pur di conservarsi una poltrona da ministro, può tradire un'altra volta. E' bene che questo individuo sparisca per sempre dalla scena politica. Indovinate chi è? Facile.            
P.S. Tutto questo pasticcio, su cui si fonda l'attuale falsa maggioranza (ottenuta con l'anticostituzionale porcellum) è dovuto a quegli scriteriati costituenti del 1946 che con l'art. 67 della Costituzione favorirono il fenomeno dei traditori transfughi da un partito all'altro o la possibilità di costituire un nuovo partito che non si sia prima presentato alle elezioni. Infatti l'art. 67  ha introdotto la mancanza di vincolo di mandato. ASSURDO. Lo stesso articolo precisa, altro assurdo, che ogni parlamentare rappresenta la Nazione. Come può rappresentare la Nazione uno che per essere eletto deve essere candidato di un partito, che non può certamente rappresentare la Nazione ma solo il partito che l'ha eletto? Ora finalmente il Berlusca si è accorto che bisogna modificare la disgrazia dell'art. 67. Senza questo articolo anche l'attuale governo non avrebbe una maggioranza, e tanto meno al Senato dove vi è una (falsa) maggioranza assai risicata.    

LA RETORICA RIUNIONE DEI 27 A ROMA PER FESTEGGIARE LA DISGRAZIA DELL'UE

giovedì 16 marzo 2017


Va ringraziata l’Europa per il miracolo economico degli Anni Sessanta?.

Sull’ultimo numero di gennaio-febbraio del periodico politico-culturale “Intervento”, edito dall’Associazione “Amici del Tricolore” di Milano, a pagina 3, compare un breve riquadro dal titolo “Bandiere Nazionalpopolari a Roma”. L’articolo è firmato da tale Nicola Cospito che nel testo dichiara che : “La Merkel, Hollande, Juncker e gli altri delinquenti che ci tiranneggiano verranno a festeggiare a Roma l’anniversario della nascita della CEE che in seguito darà vita all’Unione Europea. E’ un dovere politico di tutta la nostra comunità umana partecipare alla grandiosa manifestazione del 25 marzo a Roma contro la riunione dei “capi oligarchi” dell’Unione Europea” e contro i vari Trattati che “sono state le pugnalate alle spalle vibrate contro l’Europa dei popoli”.
Continua a leggere...»

Anonimogiovedì 16 marzo 2017 10:54:00 CET
Non fare il solito squallido furbetto italiota manipolatore, caro A,Rebecchi Martinelli. Già che c'eri potevi metterci nel lercio mucchietto degli infami rovina popoli anche il nostro berlusca: Tu devi essere un ricco stronzo. E naturalmente, servo a 90° di queste feci: spari le solite idiozie politicamente (s)corrette. Noto che sei come moltissimi altri, un "guardiano del cancello" pronto per il suicidio. L'ora della resa dei conti sta per battere. Non penserete voi, ridicoli burattini che torneremo volentieri a fare gli schiavi totali come nell'antica Roma vero? Visto che non riesci a vedere una spanna avanti ai tuoi occhi, ti dico che il gregge assopito si sta svegliando, e sta guardando con orrore il disastro che avete combinato, e che ancora promulgate senza alcun ritegno. Siete tutti WANTED: Lo zero virgola diventerà presto uno. Vi tireremo fuori per le orecchie dalle vostre insicure case come schifosi ratti. Pagherete a caro prezzo tutto il male che ci avete propinato. Ma che cosa credevate, cretini, che sarebbe durata la vostra pacchia all'infinito? MALEDETTI!
La mummia parla ancora

venerdì 17 marzo 2017

VENERDI' 17

Oggi si festeggia il 220° anniversario della bandiera italiana, risalente alla Repubblica Cispadana (1797) e assunta come bandiera del Regno d'Italia il 17 marzo del 1861. Mi domando se sia ancora una bandiera italiana. E' una bandiera meticciata. Vi è nulla da festeggiare. Il fatto poi che cada il venerdi 17 dà da pensare che sia un anniversario porta sfiga. 

Storia della bandiera d'Italia - Wikipedia 

Più immigrati e meno natalità per favorire le multinazionali...