martedì 24 ottobre 2017

FALSI STUPRI CON FALSE VITTIME

Prima o dopo mi sarei sentito costretto a pormi questa domanda: quando vi è veramente stupro? Sono stato sempre convinto che sia impossibile che un "maschio" (evito di dire uomo) possa da solo violentare da solo una donna se non usa dei mezzi che le rendano impossibile reagire, e questo può avvenire solo se il maschio minaccia prima la donna di violenza non sessuale usando un'arma che può essere una rivoltella, un coltello, una percossa, specialmente in testa, che metta a repentaglio la sua vita o, quanto meno, le faccia perdere la resistenza fisica. E' infatti impossibile che avvenga una violenza sessuale senza avere messo in atto una violenza non sessuale. Se la donna chiude le gambe non vi è forza fisica di un solo maschio, per quanto forte sia, che possa riuscire a farle aprire le gambe. Come dimostra lo stupro subìto da una polacca stuprata a turno da due criminali marocchini e da un nigeriano. Uno le teneva ferme le braccia e l'altro le allargava le gambe mentre il terzo ne abusava. Da solo nessuno dei tre deliquenti sarebbe riuscito a stuprarla.

Stupri di Rimini, i quattro arrestati rischiano pene sopra i 20 anni. La ...

bologna.repubblica.it/cronaca/2017/09/04/news/polonia_estradizione-174607006/
04 set 2017 - RIMINI - La Polonia chiederà l'estradizione dall'Italia dei quattro presunti autori della violenza sessuale nei confronti di una turista polacca e ...

  Qui non voglio fare nomi anche perché non è necessario. Ma chi legge capisce a chi  mi riferisco. Chi ha sollevato il caso è un attricetta italiana che non ha mai avuto successo perché non dotata affatto di particolare talento. Ha detto che il famoso produttore americano in una stanza d'albergo uscì dal bagno chiedendole di farle un massaggio, con una evidente richiesta di sesso. Costei dopo vent'anni ha creduto di dover liberarsi in una sorta di catarsi dell'episodio vissuto. Ha detto che il produttore era alto tre volte lei e largo quattro volte lei, e di fronte a una simile figura di potenza fisica ha dovuto sopportare l'asserita violenza fisica. Ma quale violenza fisica? Se l'è inventata. Ha usato contro di lei una violenza fisica non sessuale prima dell'asserita violenza sessuale? No. Dice lei stessa che non vi fu prima alcuna violenza non sessuale. E allora che va dicendo? Poteva aprire la porta della stanza e andarsene magari dopo avergli sputato in faccia con parolacce. Non l'ha fatto perché altrimenti non avrebbe fatto il film promessole. Del produttore si può dire che è un individuo moralmente schifoso. Ma non ha commesso alcun reato. Vi è stato solo un baratto, come ha scritto Vittorio Feltri. Troppo comodo accusare un produttore e un regista dopo tanto tempo pur dopo avere ricevuto vantaggi dal baratto. Molto migliori ed oneste le donne che hanno subìto lo stesso baratto e non hanno mai "denunciato" gli asseriti, quanto falsi, stupratori. Esse hanno accettato la regola di alcuni, non molti, potenti produttori o registi che hanno voluto non tanto godere di favori sessuali quanto esibire il loro potere. Perché di puttane professioniste ve ne sono tante assai più belle e attraenti di questa attricetta di terza serie. Più oneste di tante aspiranti attricette. Diciamo la verità. In tali casi non si tratta tanto di orgasmi sessuali quanto di orgasmi del potere. E di questi orgasmi del potere hanno voluto usufruire molte attricette. E tutte quelle che ora hanno voluto vigliaccamente formare un coro di false denunce dovrebbero stare attente perché non hanno nemmeno uno straccio di testimonianza per dimostrare di essere state (falsamente) stuprate o comunque sottoposte al ricatto del do ut des. Se hanno fatto i nomi dei falsi stupratori o degli autori del ricatto stiano attente perché sono esse passibili di calunnia in mancanza di dimostrazione. Ma pare che l'unico nome fatto sia quello del famoso produttore di Hollywood, di cui è inutile fare il nome perché ormai conosciuto su tutti i giornali del mondo. Questo produttore non ha subito e non subirà alcun processo. Perché? E' evidente. Perché chi l'ha falsamente denunciato di fatto non ha mai sporto denuncia in un tribunale, non avendo uno straccio di prova che dimostri di di avere subito una violenza sessuale, e tanto meno una violenza fisica non sessuale. E' il produttore che potrebbe, anche se in malafede, denunciare l'attricetta italiana per calunnia, come tutte le altre. E sarebbero esse a rischiare una condanna per calunnia in mancanza di prove. Perché il baratto non è reato. Sarebbe stato meglio che questa attricetta e le altre fossero rimaste zitte invece di cercare di farsi propaganda come false vittime. Vittime di un baratto che esse liberamente hanno accettato.   
E voglio terminare con un esempio. Mi sono sempre domandato se una delle più famose attrici italiane, oggi ottantenne, per me nemmeno tanto bella - anzi l'ho sempre considerata d'aspetto volgare (da vulgus), anche se poi è riuscita a raffinarsi un poco nell'aspetto - avrebbe avuto il successo mondiale che ha avuto se non avesse sposato l'allora più famoso produttore italiano. Non si mette in dubbio il suo talento, ma quante altre attrici, pur dotate di talento, non hanno avuto lo stesso successo? Non hanno trovato il produttore o il regista che le abbia sposate o con cui abbiano avuto una relazione sessuale. "Così è (se vi pare)", per dirla con Pirandello.                    

domenica 22 ottobre 2017

LA VERA FACCIA DELL'INTEGRAZIONE

Il museo degli orrori dell’integrazione






Chi sono? 16 donne tedesche che hanno accettato di comparire sui giornali in questi giorni in Germania: sono state aggredite e stuprate da immigrati e questo è quello che il Pd ha creato in tutta Europa.

sabato 21 ottobre 2017

TRASMISSIONE CARTABIANCA...

...di Bianca Berlinguer, figlia di Enrico Berlinguer. Chissà come ha fatto carriera in Rai con quel cognome. Prima dirigeva Rai3 e poi le hanno dato la trasmissione cartabianca. Che farne? Risponde Totò. 

Totò io ho carta bianca - YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=Bx8WMlkkC2I
13 nov 2009 - Caricato da Paolo Sammartino
Badate io ho carta bianca.........e ci si pulisca il ......... - Duration: 2:21. SNN PLG 335,418 views · 2:21 ...

Totò i due colonnelli carta bianca - YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=Wt2mZcvLrgs
12 set 2014 - Caricato da TheMrGame s 
Good vision! Sign up/subscribe/ iscriviti All rights reserved.

venerdì 20 ottobre 2017

PLATONE CONSIDERA L'IUS SOLI CAUSA DELL' ANARCHIA E DELLA CORRUZIONE

Nel libro VIII (563a) de La Repubblica di Platone si legge:
"E così, mio caro, dissi, vi nasce l'anarchia e si insinua nelle dimore private e si estende fino alle bestie. In che senso possiamo dire una cosa simile?", domandò.
"Nel senso", risposi, "che ad esempio un padre si abitua a diventare simile al figlio e a temere i propri figli, il figlio diventa simile al padre e pur di essere libero non ha né rispetto né timore dei genitori; un meteco [23] si eguaglia a un cittadino e un cittadino a un meteco, e lo stesso vale per uno straniero".
"In effetti accade questo", disse.
Platone paragona l'innaturale eguaglianza tra padre e figlio all'innaturale eguaglianza non solo tra un cittadino e uno straniero ma anche tra un cittadino e un meticcio. Evidentemente Platone teneva presente il pericolo che anche un meticcio potesse cancellare l'identità etnica degli ateniesi. 
Ma ho scoperto che molti ignoranti hanno confuso ciò che ha scritto Platone con ciò che ha scritto Indro Montanelli commentando e sviluppando le frasi di Platone. Montanelli è ancora più chiaro di Platone circa le conseguenze negative dell'ius soli. 
 In nome di una libertà che divora ogni regola
Quando la città retta a democrazia si ubriaca, con l’aiuto di cattivi coppieri, di libertà confondendola con la licenza, salvo a darne poi colpa ai capi accusandoli di essere loro i responsabili degli abusi e costringendoli a comprarsi l’impunità con dosi sempre più massicce d’indulgenza verso ogni sorta d’illegalità e di soperchieria; (...) quando il cittadino accetta che, di dovunque venga, chiunque gli capiti in casa possa acquistarvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e c’è nato; quando i capi tollerano tutto questo per guadagnare voti e consensi in nome di una libertà che divora e corrompe ogni regola ed ordine, c’è da meravigliarsi che l’arbitrio si estenda a tutto, e che dappertutto nasca l’anarchia e penetri nelle dimore private e perfino nelle stalle?

Da «La Repubblica», cap. VIII, di Platone Libera traduzione di Indro Montanelli, maggio ’92 tratto da «La stecca nel coro», Rizzoli 
L'ignoranza dominante si internet ha fatto sì che venissero prese come frasi di Platone quelle scritte da Montanelli solo perché Montanelli ha fatto riferimento all'VIII libro della Repubblica di Patone. Intendiamoci: Montanelli non è andato contro Platone, di cui ha ulteriormente chiarito i guasti prodotti da un ius soli con l'esempio che è inconcepibile che un cittadino a chiunque gli capiti in casa possa riconoscere gli stessi diritti di chi l'ha costruita e vi abita da quando vi è nato. Evidentemente Montanelli riteneva, conformemente al pensiero di Platone, che la casa fosse lo Stato e che gli stranieri non potessero acquisire la cittadinanza di uno Stato solo per essere entrati nel suo territorio. Ecco alcuni esempi di ignoranza nell'attribuzione delle frasi di Montanelli a Platone, nonostante la sostanza del pensiero sia la stessa.

Platone – La Repubblica Cap. VIII, Atene 370 A.C. | Ultima Visione

https://ultimavisione.wordpress.com/.../platone-la-repubblica-cap-viii-atene-370-a-c-2...

SORPRESA, Platone era contro lo ius soli. E Aristotele contro la ...

www.intelligonews.it/editoriali/.../sorpresa-platone-era-contro-lo-ius-soli-e-aristotele-e...

Platone contro l'immigrazione: 'E' la più grande sciagura' | Vox

https://voxnews.info/2015/05/.../platone-contro-limmigrazione-e-la-piu-grande-sciagu...

Identità.com » Platone contro il ministero dell'integrazione

identità.com/blog/microposts/platone-contro-il-ministero-dellintegrazione/

L'ORRENDA BARBARIE DELLA SUBCULTURA PASTORALE SARDA

Non ho altri commenti da fare. Nel mio libro Roba da sardi. Ve la do io la Sardegna ho documentato come la pastorizia in Sardegna sia stata la maggiore maledizione di questa terra. E' la fonte di tutte le maggiori crudeltà. Una terra di 24.000 kmq con una popolazione di soli un milione e 600 mila sardi ma con una popolazione di almeno circa 5 milioni di ovini.  Popolazione di mungitori e uccisori di pecore. Popolazione di vittimisti che pretende con un Consiglio regionale specchio dell'inciviltà sarda di dover pagare 800 milioni di euro di tasse in meno, ma senza dire quanti sono i miliardi che la Regione Sardegna ottiene ogni anno per finanziamenti dal governo di Roma. Senza tali trasferimenti la Sardegna dopo un mese morirebbe di fame. Non essendoci nemmeno più i soldi per finanziare tutti i servizi pubblici. Io ho proposto l'unica soluzione politico-economico-militare per fare uscire la Sardegna dallo stato di povertà, anche abolendo la pastorizia, la maledizione del "cielo" sardo", direbbe lo storico Giuseppe Manno, le cui opere di storia ho riassunto nel mio libro. Ma per attuare il mio programma, che permetterebbe anche l'indipendenza della Sardegna, bisognerebbe cambiare quasi tutta la popolazione sarda, che mai fu un popolo. Allevamento (di morte), maltrattamento e crudeltà vanno sempre insieme. Non sono stati risparmiati nemmeno 4 cani maremmani. Un quinto è riuscito a sfuggire pur ferito. Questo assassino dovrebbe essere giustiziato. Ma purtroppo rimarrà libero dopo una denuncia. Per che cosa? 
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/non-riesce-pi-vendere-latte-pastore-sgozza-lintero-gregge-1454002.html

Pastore sgozza 135 pecore e 4 cani maremmani. Denunciato in ...

www.quotidiano.net › Benessere › Animali
19 ore fa - Pastore sgozza 135 pecore e 4 cani maremmani. ... che ha tagliato la gola a ben 135 pecore e torturato e sgozzato i 4 cani maremmani. ... come riporta L'Unione Sarda pubblicando un'intervista al capitano della Polizia ...

      

giovedì 19 ottobre 2017

UN TRENO CHE DOVRA' DERAGLIARE

Non si sa, perché i giornali e le TV non lo dicono, da dove il BOMBA abbia preso i soldi per affittarsi un treno con cui andare ad "ascoltare", dice lui, i cittadini. Ma chi vuol prendere ancora per il culo costui, che con faccia da culo cerca ancora di incantare gli imbecilli dopo tre anni di disastri allo sgoverno e dopo avere giurato che, se avesse perso al referendum del 4 dicembre 2016, si sarebbe ritirato dalla politica? MENDACE! L'unica cosa che si merita è che il treno deragli in modo che colui che è stato eletto al Quirinale per suo volere gli porti presto dei fiori sulla tomba. 

Il politico più fanfarone della storia della Repubblica








Ieri sera la Gruber ha preannunciato, con visibilio, compensato dal mio sdegno, che stasera il suo ospite sarà Renzi. Mi chiedo, chi ha ancora voglia di farsi prendere in giro dalle sue mirabolanti promesse, regolarmente poi smentite dai fatti. Abbiamo una classe politica compromessa, inadeguata, italianofobica, salottiera e vergognosamente privilegiata, impossibile di peggio, ma lui, col suo trenino e i suoi intrighi palazzinari, ne è proprio il simbolo. Vedremo poi gli ascolti e.....l'amarezza!

Un treno senza ritegno







Se si intende girare l’Italia in treno, per stare tra la gente, si sale su un treno di linea, senza scorta, perché è lì che trovi la gente comune. Se si intende prendere in giro, per l’ennesima volta, gli italiani, si sale su un treno dedicato, pieno zeppo di militanti e giornalisti asserviti. Quella non è gente comune, quelle sono persone di parte, in verità della parte sbagliata.

Continua a leggere...»

La fine ingloriosa di un buffone


Testo di Francesco Spizzirri

Ecco i filmati dell’arrivo di Renzi alle stazioni di Termoli, Vasto e Ascoli, ecc. E sono città e regioni comuniste! Lo standard è “buffone”, seguito da “Pinocchio”. Ascoltate le cagate e le bugie quando è rintanato in una COOP. Su You Tube è pieno di filmati. Pinocchio viaggia su un treno da 400.000 euro, sangue degli italiani e ad attenderlo c’è una Audi 6 con scorta. Ma chi è così imbecille da votare ancora il PD?




 

   

lunedì 16 ottobre 2017

IMPARARE IN TAL CASO DALLA CINA: FUORI LEGGE IL CORANO

Solo gli ignoranti o i disonesti in Europa credono di poter integrare i musulmani, distinguendo i cosiddetti moderati dagli estremisti, senza considerare, come vado ripetendo da sempre, che non esiste un Corano moderato. Maometto è stato la più grande disgrazia della storia. Il Corano è pieno di frasi che predicano la violenza contro i miscredenti (compresi i cristiani) sino a giustificare l'omicidio di massa. E questo sarebbe il testo in base al quale essi dicono di pregare. La chiamano preghiera. Incredibile. E' evidente che le moschee non possono non essere centri di propaganda della violenza. Nel Medievo la Chiesa cattolica aveva proibito la lettura dell'Antico Testamento per paura che i cristiani cessassero di essere tali. Ed aveva ragione. L'Antico Testamento è infatti un testo che può solo far perdere la fede ai cristiani giacché il dio dell'Antico Testamento è un dio degli eserciti che si schiera a favore dei soli ebrei essendo ispiratore di tutte le stragi e di tutti i massacri operati dagli antichi ebrei a danno delle popolazioni autoctone della Palestina, non interessandogli l'esistenza di altre popolazioni. Per il dio ebraico, cioè per gli antichi ebrei che si inventarono il dio Yahweh, la popolazione umana si divideva tra ebrei, il popolo eletto, e non ebrei. Non vi fu popolo più razzista di quello ebraico. Tuttora in Israele la cittadinanza si identifica con l'appartenenza alla razza ebraica. Gli arabi che appartengono allo Stato di Israele sono considerati cittadini di serie B. Vengono accettati solo per necessità, giacché hanno accettato di continuare a vivere nel territorio dove dopo la guerra è sorto lo Stato di Israele. Alla faccia di coloro che in Europa predicano l'ius soli. In Israele l'ius soli sarebbe una bestemmia. Però gli ebrei in Europa sono i primi a volere la destabilizzazione e il meticciato dei popoli europei, in modo da poter dominare su popoli che abbiano perso la loro identità. Essi sono internazionalisti e multiculturali per convenienza in casa degli altri ma non in casa loro. Ma vi è una grande differenza tra l'Antico Testamento e il Corano. Mai gli ebrei hanno preteso di convertire altri popoli al loro dio Yahweh. Infatti è lo stesso Yahweh che si dichiara geloso del suo popolo, proibendogli di mischiarsi con altri popoli. Per questo sono l'unica popolazione dell'antica Palestina sopravvissuta sino ai giorni nostri. I popoli europei dovrebbero imparare proprio dagli ebrei per conservare la loro identità e impedire che essa venga cancellata dalla scellerata politica della società multiculturale e multirazziale.  

Il Corano vietato in Cina come la Bibbia nel Medioevo in Europa



I comunisti cinesi usano il pugno durissimo contro gli islamici: il governo ha dato ordine alla polizia di ritirare tutte le copie del Corano, i tappetini usati nelle preghiere e qualsiasi oggetto che riconduce all’Islam, in più proibisce l’utilizzo di burqa, veli islamici e barbe. Per una volta dovremo prendere esempio dai comunisti e bloccare la lenta islamizzazione dell’Occidente. È una forte stretta che va a toccare i fedeli musulmani quella decisa dalle autorità in Cina, che hanno chiesto – o meglio dire preteso – che siano consegnate tutte le copie del Corano in circolazione, ma anche i tappetini utilizzati per la preghiera e qualsiasi oggetto riconducibile alla religione. Un provvedimento duro nei confronti dell’Islam, di cui rende conto Radio Free Asia e che sta andando a colpire soprattutto nella regione dello Xinjiang, terra della minoranza turcofona degli uiguri, ma anche di kazaki e kirghizi con i quali hanno in comune proprio il credo.

Continua a leggere...»